.

 

Filtro prodotti Filtro prodotti

Cavi coassiali

La presenza di segnali potenzialmente interferenti (LTE/4G) 
fanno sì che i criteri di scelta di un cavo coassiale non si devo solo basare sulla attenuazione

 

Esistono certi parametri e caratteristiche che non dicono niente a chi deve prendere la decisione di acquistare un prodotto come il cavo coassiale. Però, se la scelta viene fatta senza criteri, potrebbe mettere a rischio tutto l’impianto di distribuzione televisiva.

L’interpretazione della marcatura orienta nel prendere una corretta scelta del tipo di cavo da installare, non tanto per la qualità di esso o delle sue specifiche tecniche, quanto per sapere dove e come impiegarlo.

Le differenti tabelle che vengono mostrate, aiutano nell’interpretazione della descrizione e costituzione di un cavo coassiale.

Il MATERIALE di costruzione di un cavo, in generale fa riferimento al conduttore centrale e alla maglia. I cavi T100 e T200 sono 100% in rame. Questa circostanza favorisce il suo comportamento in presenza di DC così come nel trasporto del segnale a basse e alte  caratteristiche di cui soffrono i cavi prodotti in ferro ramato.

I cavi coassiali della Televés hanno dielettrico ad espansione fisica, costruito in polietilene espanso per iniezione di gas al suo interno. È dimostrato che posti a prove di durabilità, l’attenuazione del cavo non aumenta più di un 5% nel peggiore dei casi.

La GUAINA ESTERNA svolge l’importante funzione di proteggere gli elementi del cavo,. Può essere realizzata in PVC bianco per applicazioni interne, in LSFH (senza alogeni e a bassa emissione di fumi) per installazione speciali, in Polietilene (PE) nero per esterno con protezione ai raggi ultravioletti e umidità, e in Polietilene (PE) nero con PetroGel per esterno interrato.

La capacità di SCHERMATURA alle interferenze, generata dall’insieme della maglia e della lamina, oltre a garantire la conduttività necessaria, in base alla sua efficienza, classifica il cavo in una determinata CLASSE di schermatura. I cavi che garantiscono una maggiore immunità alle interferenze sono quelli che hanno una attenuazione di schermatura di CLASSE A+ e che sono prodotti con schermatura TRISHIELD (tre strati di schermatura). Questi cavi sono quelli che hanno maggiore immunità al LTE/4G.

La MARCATURA dei cavi coassiali della Televés riportano tuttavia informazioni maggiori di quelle richieste come per esempio il rispetto delle regolamentazioni di diversi mercati come l’ITED in Portogallo, o l’ICT in Spagna, il CAI nel Regno Unito o SKY in Italia. Negli ultimi due esempi, i cavi sono omologati presso organismi esterni. Nel caso della Francia, si utilizza una forma particolare di classificazione dei cavi coassiali che oggi è molto comune ritrovare in altri mercati.

Esiste una “moda” relativa all’unificazione delle regolamentazioni e la rispettiva normalizzazione europea dei prodotti commercializzati nei paesi membri.

I cavi coassiali non sono una eccezione a tal propositi di conseguenza la marcatura indica la conformità alla rispettiva norma. Tuttavia, si possono avere delle situazioni tipo quella portoghese dove i requisiti minimi riguardanti la qualità del cavo coassiale della regolamentazione ITED, sono più restrittivi della sua normalizzazione europea.

Le leggi sulla forte concorrenza esistenti, e la nascita di marche che non sono altro che importatori di materiali riciclati e prodotti in Oriente, sono causa dell’apparizione di cavi che non soddisfano le specifiche che affermano di rispettare, generando in molti casi una concorrenza sleale a produttori come la  Televés che si sono sempre contraddistinti per la veridicità  delle caratteristiche riportate nelle descrizioni dei cavi e delle caratteristiche tecniche pubblicate nel catalogo